mercoledì 10 settembre 2008

La verità celata

Questa mattina ore 05.45: mi sveglio di scatto, come se qualcuno mi chiamasse per dirmi qualcosa... sono disteso sul letto, ed in una frazione di secondo tutti i dubbi e le domande senza risposta, ad un tratto tutto è chiaro, tutti i dubbi risolti, tutte le domande una risposta... ed è proprio in questo momento che il nodo alla gola si fa sempre più stretto...
La consapevolezza di sapere le risposte a cui mai nessuno ti avrebbe dato, ma nello stesso tempo entrare in un vortice vizioso di depressione per quello che hai saputo... solo tu con i tuoi pensieri sempre più flessibili, sempre più veritieri, sempre più contorti...
Sbizzarrirsi con la fantasia, fantasticare su come si vorrebbe il proprio presente e futuro, per poi accorgersi che si stava sognando ad occhi aperti... la realtà a volte è più dura di quello che si avrebbe immaginato.
Accettare tutto questo non è facile, far vedere ogni giorno al mondo il proprio sorriso mentre si sta morendo dentro, diventa sempre più difficile e c'è qualcuno che a tutto questo fa finta di niente...
Mi sto violentando psicologicamente per riuscire a perseguire un percorso prefissato, anche se il sentiero intrapreso sarebbe in controtendenza, vedremo se il tempo con la sua tirannia e causa principale del dolore, mi darà ragione...ma una parola volteggia nella mia mente...

2 commenti:

alfie ha detto...

lo spero per te.. in fondo sei proprio tu a dirlo:volere è potere

xammax ha detto...

grazie alfie e poi la speranza è ultima a morire...

2 post, 2 commenti da te, ma sei solo tu che mi visiti?

un bacio